Comprimitrici(81)

La comprimitrice è un macchinario di processo per comprimere polveri e formare delle compresse tonde oppure oblunghe. Viene utilizzata principalmente nell’industria farmaceutica e nutraceutica, ma la ritroviamo anche nel settore chimico o industriale (prodotti per le pulizie per esempio). Le comprimitrici possono essere di due tipi: rotative o alternative. Il funzionamento è relativamente semplice: viene introdotta la quantità desiderata di polvere in uno stampo che si trova tra due punzoni. La polvere viene quindi pressata due volte (pre-compressione e compressione principale) ad un’elevata forza per unire insieme la polvere e formare la compressa. Una volta formata, la compressa viene espulsa ed è pronta per la verifica della sua integrità e/o per il suo confezionamento (in blister, in flacone, o in altri contenitori). Lo spessore della compressa si regola posizionando i punzoni secondo una scala graduata. Come in tutti i macchinari di processo, tutte le parti in contatto diretto con il prodotto sono in acciaio inox 316L. Le comprimitrici possono essere da banco, semi-automatiche o automatiche, dipende dalla quantità di compresse che si vuole produrre e dai diversi tipi di formati.

scopri di più

Comprimitrice Manesty BB3B usata

M1702057043
Visibile
Buono
Manesty
BB3B
da verificare
su richiesta
Dettagli

Ricerca

81

Vuoi vendere dei macchinari usati?

Pubblica gratis il tuo macchinario e trova acquirenti in tutto il mondo

inizia a vendere

Descrizione

La comprimitrice è un macchinario di processo per comprimere polveri e formare delle compresse tonde oppure oblunghe. Viene utilizzata principalmente nell’industria farmaceutica e nutraceutica, ma la ritroviamo anche nel settore chimico o industriale (prodotti per le pulizie per esempio). Le comprimitrici possono essere di due tipi: rotative o alternative. Il funzionamento è relativamente semplice: viene introdotta la quantità desiderata di polvere in uno stampo che si trova tra due punzoni. La polvere viene quindi pressata due volte (pre-compressione e compressione principale) ad un’elevata forza per unire insieme la polvere e formare la compressa. Una volta formata, la compressa viene espulsa ed è pronta per la verifica della sua integrità e/o per il suo confezionamento (in blister, in flacone, o in altri contenitori). Lo spessore della compressa si regola posizionando i punzoni secondo una scala graduata. Come in tutti i macchinari di processo, tutte le parti in contatto diretto con il prodotto sono in acciaio inox 316L. Le comprimitrici possono essere da banco, semi-automatiche o automatiche, dipende dalla quantità di compresse che si vuole produrre e dai diversi tipi di formati.